Skip to main content
L I V E

Dai, ammettiamolo: esistono due tipologie di persone ad un concerto, quelli disposti ad uccidere per arrivare in prima fila e non ritrovarsi dietro al tizio alto un metro e novanta e quelli che “oh mio dio, la band non è nemmeno arrivata e questo già mi spinge”. Poi però, le luci si spengono, l’adrenalina sale e che tu sia in prima o ultima fila, finisci sempre e comunque a cantare, saltare, abbracciato agli amici più stretti o ad un perfetto sconosciuto. Perché questo non è solo il grande potere della musica. È il potere del live, dello show. Persone così diverse tra loro ma con lo stesso fine, quello di avere una notte da ricordare.

E tu, te lo ricordi il tuo ultimo concerto? Gli urli, gli applausi, le foto? E adesso che ci stai pensando.. quanto ti manca? Quanto avresti voglia di avere un biglietto in mano e contare i giorni che mancano all’evento? Eppure no, non ci sono date cerchiate sul calendario (deadline per i rimborsi esclusi). È triste, è amaro. E chissà quando potrà accadere di nuovo.
Non sei il solo a chiederselo. Dietro a questo mondo ci sono mille lavori, mille e mille persone che ci mettono cuore e anima per farti vivere una notte da sogno, anche se tu non li vedi. È giusto così, ma ci sono. E mi piace, nel mio piccolo, considerarmi uno di loro e catturare le espressioni ed i momenti felici che solo quegli attimi sanno regalare. Mi mancano i concerti, mi manca catturare quella mano che cerca di arrivare al cantante, lo stage diving, le luci di uno stadio, i boati. E non so quando tutto questo potrà tornare, ma prima o poi succederà e saremo pronti per vivere di nuovo un grande spettacolo. Nel mentre, sorrido attraverso quelli che ho ed abbiamo vissuto, insieme. Spero davvero che, attraverso queste foto, possiate farlo anche voi. Si, perchè non siamo lì solo per la band, il cantante, o il famosissimo “three songs no flash” – e qui tanti colleghi sorrideranno – ma siamo li anche per voi. Io sono lì per voi.

Nel mentre sorrido attraverso quei momenti che abbiamo vissuto, insieme, e spero davvero che, attraverso queste foto, possiate farlo anche voi.

Tutte le foto © Luca Ortolani